07 August 2004

12° g - 7 AGO: Bora Bora – Maupiti

con Robert prima di partire
Sveglia presto e dopo aver salutato Robert trasferimento al porto e partenza in traghetto per Maupiti. Fortunatamente Robert ci ha consigliato di prenotare prima perché i posti sono limitati e saremmo rimasti a terra.

Il mare non è calmissimo, qualcuno sta male. All’arrivo c’è Janine con la sua barca che ci prende e ci porta alla sua pensione sul motu (anello di corallo che delimita la laguna, con al centro l’isola vulcanica). Si chiama Fare Pae 'ao, Chez Janine, quanto di più vicino possa esistere al paradiso terrestre... Janine è simpaticissima, cucina divinamente, i suoi bungalows sono carini. La posizione è imbattibile, su un piccolo motu a nord della laguna, in mezzo a due pass, tra palme e spiaggia bianca. Assolutamente da non pedere, il miglior posto e miglior rapporto qualità/prezzo del viaggio.


Faccio due chiacchiere con una maestra francese che lavora qui. La “metropole” tratta molto bene i suoi funzionari che spedisce qui a lavorare per lo stato mi dice, gli stipendi sono molto più alti che in Francia, ma i costi ancora più alti! Certo il fascino di passare qualche anno in Polinesia per una maestra di non mi ricordo più quale cittadina del centro della Francia non ha prezzo, ma poi, mi dice, loro devono lavorare e non sono sempre in giro per gli atolli come noi... Be’, quand même... non so ma non mi fa molta pena.

Resto del giorno a nuotare, pagaiare, leggere, oziare in questo posto d’incanto. Ottima cena in pensione, aragosta e, sorprendentemente, un ottimo ragù, che Janine insiste essere una specialità della cucina di Maupiti... va be’, lasciamoglielo credere... del resto è un tipo un po' particolare, per esempio la mattina parla alle lussureggianti piante tropicali del suo giardino, dice che così fanno fiori più belli.

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.