14 August 2006

22° g - 14 AGO: Sumur – Leh

Partiamo alle 7 sotto la pioggia. Ci fermiamo al gompa di Samathaling, ma non ci fermiamo molto, non è particolarmente interessante e cominciamo ad averne abbastanza di gompa. Lavori in corso per restaurarlo. Con Elisabeth parto per 15 min a piedi fino ad un piccolo gompa un po’ diroccato lungo la strada, questo sì vale la pena. Bella atmosfera, un solo monaco prega. Larga vista sulla valle, le mura sono fatiscenti. Il cielo si apre di un bel blu. Iniziamo il rientro, la strada è scassatissima. Di nuovo sosta per pranzo parantha al ristorantino di ieri, ma per rispettare gli orari del senso unico della strada stavolta mangiamo in macchina strada facendo. Il parantha si sposa bene con il parmigiano di Marco e Florisa, ultimi residui delle scorte integrative che ci siamo portati dall’Italia. Molti camion precipitati dai tornanti punteggiano il paesaggio. Donne cariche di covoni di arbusti lavorano sul pendio.

Al passo il negozio di ricordini è chiuso, chiedo ai militari di aprirlo, si possono comprare T-shirt, cappelli, portaceneri ed altri oggetti. Incrociamo alcuni ciclisti occidentali!! Che coraggio a salire qui in bicicletta. Poi anche un gruppo di motociclisti indiani con vecchie moto d’epoca inglesi, non si sa se originali o copie recenti fatte in India. Scendendo verso Leh vediamo alcune rare antilopi tibetane.

Tornati a Leh in giro per gli ultimi acquisti, e poi in hotel a saldare i conti con Mehraj (preciso e gentile come sempre) e a fare i bagagli.

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.