16 April 2021

Tampone e isolamento COVID-19 arrivando a Londra

Lifang ed io abbiamo bisogno di tornare a Londra, dove viviamo, dopo un'assenza di qualche mese. Il Regno Unito (anzi l'Inghilterra, visto che Scozia, Galles e Irlanda del Nord hanno ciascuno le sue regole) richiede un tampone eseguito nel paese di provenienza entro le 72 ore dal viaggio. Requisito abbastanza diffuso e comune tra tutti i paesi europei. Meno male: all'inizio il governo di sua maestà aveva deciso di percorrere la via dell'immunità di gregge, ben prima che arrivassero i vaccini, sarebbe stata un'ecatombe. Per fortuna gli hanno fatto cambiare idea. 

Dopo di che bisogna riempire un Passenger Locator Form, e così armati presentarsi al confine. Una meticolosa guardia lo controlla assieme a passaporto e carta di identità, tutto OK, ci ricorda che dovremo isolarci per dieci giorni e siamo a posto, ma prima di lasciarci passare chiede se abbiamo prenotato i test da fare una volta arrivati nel Regno Unito.

Infatti da qualche mese è necessario prenotare online 2 ulteriori test da fare a Londra, uno il secondo giorno dopo l'arrivo, ed uno l'ottavo giorno. Il decimo giorno, se entrambi i test sono negativi, si è liberi di uscire. Venendo dal Belgio, paese color "giallo" almeno non dobbiamo far quarantena in albergo a spese nostre, come invece tocca a quelli che vengono dai paesi "rossi". Fortunati quelli che arrivano dai paesi "verdi", come al semaforo, un test in arrivo e via liscio senza ulteriori complicazioni.

Il governo ha approvato una lunga serie di operatori sanitari per l'amministrazione dei test. Difficile raccapezzarsi, come si fa a scegliere? Cerco quello con il costo minore, ma se ne approfittano, sanno che lo devono fare tutti quelli che tornano dall'estero. E poi non tutti forniscono il servizio per posta, essenziale a meno di non esporsi al rischio uscendo da casa.

Alla fine scelgo: CONFIRM TESTING, che prenoto un paio di giorni prima del viaggio di rientro nel tunnel sotto la Manica. Ricevo un lungo messaggio, la procedura è complicata.

Marco, thank you for choosing Confirm Testing for your return to England Day 2 & Day 8 test kits. Here is more information about what happens next that we thought you'd find useful - please read below. What happens next?

As soon as you place an order for the Testing for International Arrivals home test kits, our automated system should send you the PDF that contains your booking confirmation number that you would need for the Passenger Locator Form (PLF). If you have not received this, please check your spam folder as some email servers tend to reject automated emails. In other cases, as happens sometimes, there could have been typos when you entered your email address so the system could not identify your the email address. If you have not received the PDF yet and have checked your spam, please email us at info@confirmtesting.com and we'll look into it straight away.

If you have made any errors when you entered the information on the form, not to worry, just email us with any amendments and we'll try to send you this as soon as possible

How are the kits dispatched?

Please note that the Day 2 and Day 8 kits will be sent separately. The Day 2 test is dispatched a day before the arrival date that you included on the information form when you placed the order. This is so that it arrives to your quarantine address on the day that you arrive in the country.

The Day 8 test is dispatched separately to the Day 2 test. This is because the Government has mandated that the kits be sent separately so that customers do not take the test before their Day 8. You are asked to only take the test on or after Day 8 of your quarantine. You will not be able to register your Day 8 barcode before your actual Day 8.

To help you calculate which is your Day 2 and which is your Day 8, always count your date of arrival into the UK as your Day 0 (Zero).
Registering your test kit:

It is VERY important that you register your test kit once you have received it. Without this, we will be unable to identify your sample at the lab and you will not receive your results.

The process is very easy - please follow the instructions that are included with your test kit. They will guide you to where you can register the barcode and the time that you performed the swab test.

Your unique barcode is shown on the outside of the test kit box and on the front cover of the instructions booklet included in the kit.

You should keep the instructions or take a photo of your barcode to avoid any possible problems.

It is absolutely imperative that you register your kit or you will not be able to receive results and could potentially face fines if the government does not see recorded results for you. This will result in a delay in you leaving home quarantine and you will be asked to pay for replacement tests.

Arrivo a casa, auto in garage e via dritto nell'appartamento. La direttrice del condominio, con la quale sono in  contatto Whatsapp da qualche giorno per coordinare il nostro rientro nel rispetto delle regole, mi intima con tono perentorio di andare direttamente dal garage all'appartamento.


In realtà dovremmo passare dalla concierge perché i nostri "fob", gli apriporta magnetici per entrare nel condominio, sono scaduti e devono essere riattivati. Ma non ci è concesso neanche di entrare nella concierge, quindi dobbiamo provvedere telefonando al portiere e chiedere se per favore ci apre il cancello del garage e poi il portone per salire dal garage in appartamento. Un po’ complicato ma funziona tutto perfettamente.

Per fortuna a Londra è facilissimo avere la consegna della spesa a domicilio, i supermercati fanno a gara. Noi preferiamo Ocado, un supermercato che opera SOLO online, niente negozi, buoni prodotti e consegne precise ad un orario concordato. La concierge fa entrare i riders nel palazzo e loro ci lasciano la spesa davanti alla porta di casa.

Anche per la consegna pacchi tutto funziona bene, i nostri portieri gentilmente li ricevono e ce li portano davanti alla porta di casa. 

Un po’ assillanti quelli del National Health Service che ci assillano tutti i giorni telefonando e chiedendo sempre la stessa cosa: Nome, cognome, data di nascita, eventuali sintomi, se siamo a casa in questo momento, se siamo usciti da casa nel corso della giornata, se abbiamo avuto ospiti (non siamo autorizzati a farlo durante l'isolamento, of course). Questo per 10 giorni!

Amministrarsi il test da soli non è piacevole, bisogna infilarsi un bastoncino con un tampone di cotone nel naso e girarlo sei volte, poi infilarsi lo stesso bastoncino (che schifo!) in bocca e rigirarlo in fondo alla gola. Infilare tutto in una provetta di plastica e inviarlo per posta al laboratorio. La Royal Mail ha persino istituito nuovi turni di raccolta alle cassette della posta, persino la domenica, per portare le provette al laboratori. Il sistema tutto sommato funziona.

Finalmente il giorno n. 9 arriva per email la conferma, siamo entrambi negativi, domani si esce! Mi hanno già mandato un SMS invitandomi alla prima dose di vaccino, sarà Astra Zeneca, ci vado dopodomani, poi la seconda sarà forse a giugno. Speriamo bene.

Dopo di che siamo liberi, esco in strada a "riveder le stelle", una passeggiata lungo il fiume la sera a respirare aria fresca, ci voleva!

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.