06 November 1991

8° g - 6 NOV: rientro a Roma, fine della missione

Ancora una mattinata in giro per Tirana, poi in aeroporto per il volo che sta tornando da Bucarest e ci riporterà a Roma. Più che un viaggio in un paese vicino all’Italia, quasi confinante, ho l’impressione di aver fatto un viaggio nel tempo. Il muro di Berlino è caduto da “solo” due anni, ma qui sono appena usciti dallo stalinismo o, peggio, da un maoismo tipo anni cinquanta, al momento del “Grande Balzo in Avanti”, quando la collettivizzazione forzata portò alla carestia, o della Rivoluzione Culturale dell’ultimo Mao, quando la furia delle guardie rosse fece più danni di una guerra all’antica cultura cinese. O di un misto delle due cose.

Ora si gira pagina, ci sono i militari italiani che pattugliano il territorio, di nuovo gli italiani dopo esattamente mezzo secolo. Ma stavolta non da occupanti, siamo amici, li aiutiamo ad alzarsi da terra. Forse non gli ricostruiremo la capitale e non lasceremo strade asfaltate come facemmo allora, ma magari contribuiremo ad aprire la strada politica all’Albania per entrare in Europa.

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.