14 January 2013

Recensione: 101 motivi per non vivere in Giappone (2012) di Mattia Butta, *****

Foto di un uomo saggio, Tokyo
Sinossi

Questo libro racconta il lato nascosto del Giappone, quello che di solito non si legge nelle guide. In 101 punti vengono elencate le magagne che l'autore ha incontrato nella vita quotidiana, durante i due anni che ha passato in Giappone. Tutte quelle cose che non vivi da turista e con cui ti scontri quando in Giappone ci vivi e lavori. Un lungo viaggio nel Giappone tra il serio e lo scherzoso alla scoperta di quello che i Jappo-fan non vi diranno mai.


Recensione

Serie di brevi considerazioni su 101 argomenti (il numero è ottenuto tirando un po' per i capelli alcuni argomenti che forse non sono proprio tali) per i quali l'autore sostiene si vava male in Giappone. In parte sono argomenti rilevanti solo per gli stranieri, mentre per i giapponesi non rappresentano problemi, come ottenere una carta di credito o vestiti di taglia grande. Questa categoria copre la maggior parte dei capitoli del libro.

In parte invece sono argomenti che si applicano anche ai giapponesi, come i costi alti di molti generi alimentari quali frutta e verdura, la mancanza dell'ora legale o l'indisciplina dei ciclisti.

A volte ci sono stranezze che si applicano solo agli stranieri ma danneggiano direttamente anche i giapponesi, come l'assurdo divieto agli stranieri di donare il sangue.

In conclusione un libro da leggere, per divertertirsi scoprendo un Giappone presentato in modo politicamente scorretto ma anche per imparare qualcosa magari in previsione di un viaggio. Forse ci sono tanti motivi per non viverci, ma il Giappone è un affascinante paese da visitare.

Qui c'è il blog dell'autore Mattia Butta.

Sullo stesso argomento consiglio anche un altro libro, per alcuni versi analogo a questo, che ho pure recensito su questo blog.



No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.