04 March 2007

Recensione: Novecento, di Alessandro Baricco, *****

Sinossi

Il libro racchiude la storia, raccontata dall'amico suonatore di tromba, sotto forma di monologo, di Danny Boodmann T. D. Lemon Novecento, pianista sul transatlantico Virginian. Abbandonato sulla nave da emigranti, viene allevato da uno dei componenti dell'orchestra. I suoi elementi naturali divengono il transatlantico, il mare e la musica. Non è mai sceso a terra e vive ed esiste solo sul Virginian dove presto diventa un pianista di successo. Anche se non ha mai visto che mare e porti, viaggia moltissimo, con la fantasia, carpendo le notizie dai passeggeri che incontra. A 32 anni decide di scendere a terra, ma all'ultimo momento ci ripensa e corre a rifugiarsi nuovamente nell'antro della nave.


Recensione

Breve libro concepito come pièce teatrale da recitare sotto forma di monologo. Io ho anche assistito ad una rappresentazione, e consiglio di farlo ma solo dopo aver letto il libro. Invece il film di Tornatore è cosa molto diversa: pur essendo un ottimo film, con azzeccatissima colonna sonora di Ennio Morricone, a mio avviso non può sostituire la lettura del libro.

L'ambientazione non potrebbe essere più originale, ed il ruolo dei vari personaggi si incastra benissimo con la figura del protagonista, la cui vita surreale è descritta in modo così umano da sembrare realistica, da far immedesimare il lettore. Ma il valore del libro va molto al di là della storia di Novecento.

Arriverò a dire che per me è stato uno dei più importanti libri che abbia mai letto. Mi ha aiutato, addirittura, a definire il significato della vita! Novecento dice che una tastiera è finita, ha 88 tasti, ma infinita è la musica che si può suonare con quella tastiera. Così la vita: un numero finito di anni da vivere (un numero più o meno simile a quello dei tasti di un pianoforte) ma infinite possibilità di usare quei tasti per definire la nostra vita.

Ed è un bene che sia così, sarebbe impossibile vivere una vita con un numero infinito di anni, così come sarebbe impossibile suonare un pianoforte con un numero infinito di tasti. Per questo Novecento non vuole mai scendere a terra, dove ci sarebbero troppi tasti e lui non saprebbe come suonare! Solo Dio, ci dice, può suonare una tastiera infinita. Molto profondo, anche senza credere in Dio.




Di Alessandro Baricco ho recensito "Seta" su questo blog.




You can buy the DVD of the movie based on this novel by Tornatore with music by Ennio Morricone, in English and Italian



Qui puoi comprare il Bluray disc in italiano and in English



Livre en français, édition bilangue italien/français:




Buch auf Deutsch:



DVD auf Deutsch

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.