01 January 2006

5° g - 1 GEN 2006: escursione S. Simeone, Aleppo, 120km, 2 ore

San Simeone
Gita a S. Simeone per i più accaniti appassionati di arte, gli altri in giro per il bazar a far spese. Io sono andato a S. Simeone e lo raccomando fortemente. Ci siamo aggregati al gruppo di Basima che ci ha fatto ottimamente da guida.

San Simeone
Tornati in città per mezzogiorno, visita al quartiere armeno, alla cittadella ed al suk. Aleppo è gradevole, tranquilla ma allo stesso tempo ricca di spunti di interesse culturale, commerciale, umano.


Tè e bagno turco ad Aleppo
Nel tardo pomeriggio visita al grande hamam vicino alla cittadella (Yalbouga as Nasry), uomini e donne separati nella sala ma insieme nel salone di aspetto. Piacevolissimo, da non perdere, £450, essenziale prenotare, meglio di persona passandoci durante il giorno in occasione della visita della cittadella. Socializziamo con alcuni signori siriani, molto socievoli ed interessati all’Italia, all’Europa.

Cena al ristorante Nawaz, vicino l’albergo, sconsigliato. Era a buffet, ma i piatti di servizio si sono presto svuotati e non sono stati riempiti, triste. La sconsolata cena viene allietata dalla buffa presenza di un avventore giallo. Sì proprio così, un signore distinto, pulito, di aspetto autorevole, due grandi baffoni a manubrio, tutto giallo. Ha tutti i vestiti gialli, fino al cappello, ai guanti, calze, scarpe. Poi tira fuori un telefonino giallo, un libro giallo, un portafoglio giallo. E’ serissimo, mi vien voglia di fargli qualche domanda sulle sue preferenze cromatiche, ma lascio perdere dopo che Basima mi scoraggia. Pare un cliente abituale, se per caso qualcuno torna al Nawaz e lo rivede e magari ci parla, per favore fatemelo sapere...

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.