23 November 2014

Film review/recensione: A Walk in the Clouds (1995), by Alfonso Arau, ****

Italian text below

Synopsis

After returning home from the war, Sutton (Keanu Reeves) accepts that his wife has no interest in him or his plans for the future, and sets out in search of a new life on his own. He soon meets up with a vineyard owner's daughter (Aitana Sánchez-Gijón), but she finds out she is pregnant and fears for her life when it comes to telling her father. Sutton then agrees to help her by pretending to be her new husband, a decision which will change both of their lives forever.

Review

A film about love: love for a family, a woman (you can see more men loving women, in their own way, than the other way around in this film) but especially love for the land and its wine. Catch the moment, life will offer unexpected treasures if one has the mental predisposition to catch them on the fly! Be ready to change what you planned, don't wait until you must.









Sinossi

Tornato dalla guerra, Paul Sutton, dopo aver riabbracciato la moglie Betty, che per la verità non sembra aver trepidato per lui, visto che non ha letto una sola delle molte lettere inviatele, riprende l'attività di rappresentante di cioccolatini. Una serie di contrattempi fa sì che si ritrovi a "fare" da marito ad una giovane di origine messicana, Victoria Aragon, figlia di un ricco viticoltore delle valle di Napa, che possiede il vigneto modello "Le Nuvole". La giovane, che frequenta l'università in città, aspetta un figlio illegittimo dal suo professore e teme che il padre, Alberto, la uccida.

Accettato il ruolo solo per breve tempo essendo deciso il giorno dopo ad andarsene con una lettera d'addio, Paul incontra subito l'aperta ostilità di Alberto, geloso della figlia e irritato per non essere stato avvertito, ma la simpatia della madre Marie José e soprattutto del nonno, Don Pedro, ritardano la sua partenza. Il rito della vendernmia poi, con il clima bacchico e solare della pigiatura dell'uva, fa perdere quasi la testa a Paul, che decide di rispettare Victoria, pur essendone attratto e ricambiato. Orfano, Paul trova nella famiglia della giovane un rifugio dagli orrori della guerra che ancora lo traumatizzano. Il fatto che i due non dormano insieme insospettisce Alberto che, colpito dalle manifestazioni d'affetto del finto genero per la figlia, decide di farli sposare con rito religioso.

A questo punto Victoria è costretta a dire la verità al padre, mentre Paul a malincuore si allontana per tornare dalla moglie che però, nel frattempo, ha provveduto ad annullare il matrimonio. Libero, il giovane fa ritorno al vigneto, ma trova Alberto ubriaco che si scaglia contro di lui e roteando una lampada a petrolio per colpirlo la lancia nel vigneto, incendiandolo. Vani sono i tentativi per domare le fiamme, poi Paul estirpa la radice, che ha resistito al fuoco, della pianta madre del vigneto, che rivivrà. Alberto fa pace con la figlia e Paul può sposarla accettando di essere un buon padre per il nascituro.

Recensione

Un film sull'amore. Amore per propria famiglia, la propria donna ma soprattutto per la terra ed il vino. Carpe diem, la vita può offrire inaspettate opportunità a chi ha la disposizione mentale per cogliere l'attimo. Bisogna essere pronti a cambiare i programmi per i quali si è lavorato, anche per anni, quando cambiano le condizioni. Meglio non aspettare di essere obbligati a farlo!





No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.