05 January 2013

Recensione: Da capo a piedi (2002) di Debora Gatelli, *****

Sinossi

"Da capo a piedi" é la prima esperienza letteraria di Debora Gatelli e rappresenta un breve ma intenso viaggio attraverso la sua personalitá e i suoi pensieri. Dal testo traspare una certa propensione alle atmosfee dense di introspezione dove aleggia sovente una velata malinconia, alternata peró a momenti di ispirazione umoristica. Il piacere di scrivere domina comunque in ogni singola pagina, sfociando in una continua riflessione interiore dove Debora Gatelli non é disposta a fare sconti a nessuno, soprattutto a se stessa.




L'autore

Debora Gatelli è nata a il 30 maggio 1976 a Varese, dove ha frequentato la Scuola Europea. Laureata in Scienze Statistiche Demografiche e sociali, lavora come statistical advisor per la Commissione Europea a Bruxelles. Ha collaborato per il quotidiano “La Prealpina” scrivendo articoli di cronaca sul suo paese e fin da piccola scrive poesie e racconti. Nel 2002 pubblica il libro “Da capo a piedi”, edizioni Montedit, ora riproposto a distanza di anni in questa nuova versione.

Recensione

Divertente ed autoironica la Gatelli in questo libro di brevi storie autobiografiche scritto dieci anni fa e ristampato oggi. L'ho trovato pungente, a tratti anche provocante. In crescendo, le prime storie sono più tranquille, poi sale il pathos mano mano che l'autrice scava nel proprio passato.

Molte sue considerazioni mi sono piaciute perché mi ci sono ritrovato. Per esempio nella sua frase in cui parla di come sarebbe la vita senza scadenze e senza orari: la risposta è che si conclude molto di meno! Il tempo necessario a fare qualcosa è sempre uguale a quello disponibile più un'ora.

Anche io poi ho incontrato tanti di quelli che quando gli esponi un problema ti ascoltano per dieci secondi e poi ti interrompono per raccontarti i problemi loro: "A me per esempio...". Che incubo!

Infine anche io detesto i muri bianchi. Mi sembra di stare in clinica, non riesco neanche a mettere a fuoco.

Perché leggere un libro come questo? Per ritrovarcisi, per sorridere, ed anche per dire che per noi è stato diverso. Un invito alla riflessione su tante situazioni della nostra vita di tutti i giorni. Consigliato.



No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.