03 March 2003

12° g - 3 MAR: da Baracoa a Holguin

Partenza presto per Holguin. Mattinata ancora a Maguana, dove stavolta per pranzo ci facciamo preparare un porcellino allo spiedo, che ci viene rosolato in spiaggia mentre noi nuotiamo e ci abbronziamo, che sofferenza! Dopo pranzo partiamo per un lungo e noioso trasferimento verso Holguin, dove arriviamo in serata.

Sulla strada incontriamo una fabbrica di nickel, vietato fotografare, è un “bene strategico”. L'autista Diego però ci dice che più che strategico è molto inquinante e forse il governo è imbarazzato di questo.

Baracoensi, avanzare con talento e sforzo propri

Ci sistemiamo nelle solite case private, vicino alla piazza principale. Qui la padrona di casa mi dice chiaro chiaro che se voglio portare ragazze in camera la sera per lei non ci sono problemi, se ne frega delle regole e pensa che non ci sia niente di male se i giovani si divertono a fare l'amore, anche lei lo ha fatto come voleva quando era giovane. Però mi chiede di prometterle di portare solo una ragazza e che abbia la sua carta d'identità, altrimenti possono essere guai seri. Anzi mi dà le chiavi (è la prima proprietaria di casa a farlo in tutto il viaggio) così potrò rientrare quando voglio senza disturbare, lei andrà a letto presto. Si raccomanda ancora: solo una ragazza! Dentro di me immagino che se ha tutta questa paura che organizzi un'orgia in casa sua dev'essere perché qui è facile rimorchiare. Magari!

Poi come al solito alla casa della trova, musica discreta, non è il massimo ma ormai siamo un po' viziati. C'è poca gente, proprio stasera che avrei la mia bella camera a disposizione non conosco nessuna chica e così dopo poco mezzanotte mi apro la porta di casa da solo e me ne vado a dormire. Un vero spreco!

Istruire equivale a seminare il sentimento

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.