12 April 1998

Book Review/Recensione: "Red Sorghum", by Mo Yan, *****

ear of red sorghum
RECENSIONE IN ITALIANO DI SEGUITO

Synopsis

A legend in China, where it won the major literary awards and inspired an Oscar-nominated film, this is a novel of family, myth, and memory, set during the fratricidal barbarity of the 1930s, when the Chinese battled both Japanese invaders and each other.

Author Mo Yan won the Nobel prize for literature in 2012, the first ever Chinese living in mainland China to became a laureate. Some criticized him as not being authoritative enough as a writer and more importantly for his shyness in criticizing Chinese literary censorship.


Review

A novel of great intensity, takes the reader for a trip through China in the 1930s. This is the time of the Japanese occupation, and book continues through the first years of the Communist regime.

It is a novel but it will ring a bell with those who have studied the history of that period. Very graphic prose, and horrifying narration of the cruelty of that war. You don't get the strategic vision of the war here, but the local realities that affected everyday life. There are also sublime episodes of deep humanity. Not an easy read, not recommended for anyone of fragile character but one of the best books to get to the soul of China.



---------

RECENSIONE IN ITALIANO

Sinossi

Un affresco fiammeggiante di storia cinese, dagli anni Trenta agli anni Settanta, raccontati da un giovane della provincia che ripercorre i drammi, gli amori, i lutti della propria famiglia. Un romanzo che per la sua forza mitica e immaginativa è stato avvicinato a "Cent'anni di solitudine"

L'autore Mo Yan ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 2012.


Recensione

Romanzo di grande intensità narrativa, ci fa viaggiare nella Cina profonda dagli anni trenta del XX secolo, durante i quali si svolge ma maggior parte della storia, al tempo dell'occupazione giapponese, fino ai primi anni del maoismo.

La prosa è vivida, dipinge con raccapricciante realismo episodi di straziante crudeltà ma anche di sublime umanità. Una lettura non facile, direi traumatizzante perché pur essendo un romanzo si tratta di storie assolutamente realistiche per la Cina di quel tempo.

Non consigliato ai teneri di stomaco, ma lettura essenziale per andare più a fondo nell'anima della Cina.

No comments:

Post a Comment

Click here to leave your comment. All comments are welcome and will be published asap, but offensive language will be removed.